Testo per le ultime notizie importanti

3456224882

AVIS MELZO

Il sangue: capire di più

Il sangue è uno dei tessuti del nostro organismo, un tessuto un po’ speciale perché allo stato liquido: è infatti costituito da una sospensione di cellule in un liquido molto complesso. Per motivi pratici lo distinguiamo in due parti:
A) una parte corpuscolata (costituita da globuli rossi, globuli bianchi e piastrine); questa parte viene chiamata EMATOCRITO e rappresenta il 40-45% della massa sanguigna. La quasi totalità di questo volume è rappresentato dai globuli rossi, essendo il volume dei globuli bianchi e delle piastrine pressoché trascurabile.
B) una parte liquida denominata PLASMA che rappresenta il restante 55-60% del volume sanguigno. Ricordiamo, per inciso, che la parte liquida derivante dal sangue è chiamata SIERO, è una parte del plasma e precisamente ciò che di esso rimane dopo la sua coagulazione e l’allontanamento del coagulo.

Il sangue umano è un prodotto naturale, non riproducibile artificialmente e indispensabile alla vita.

Cosa sapere

 

E’ un enzima presente in vari organi (fegato, muscoli, ecc.); è indispensabile per il metabolismo delle cellule. Aumenta se le cellule ove è contenuto si rompono (lisi) per sforzi muscolari, eccesso di alcol, infezioni al fegato…
E’ la principale fonte di energia per le cellule. Diminuisce nel digiuno, aumenta dopo i pasti o se è alterato il suo ingresso nelle cellule (diabete)
Fa parte di ogni nostra cellula; è presente in tutti gli alimenti di origine animale. E’ normale se la dieta è povera di grassi animali, l’aumento predispone a malattie cardiovascolari
Sono i grassi in cui l’organismo trasforma l’eccesso di calorie introdotte con l’alimentazione. I livelli sono bassi se la dieta è equilibrata, l’aumento predispone a malattie cardiovascolari
Rappresentano tutti gli importanti costituenti proteici del sangue (albumina, globuline, anticorpi, fattori della coagulazione). Diminuiscono per l’effetto di assorbimento o di sintesi o per eccessiva perdita dal rene
Indica la capacità del rene di filtrare il sangue depurandolo dalla creatina (scoria). Aumenta nelle gravi malattie di rene
Come la creatinina è indice di funzionalità renale. Risente in modo particolare di una dieta ricca di proteine
Hanno il compito di portare l’ossigeno dai polmoni ai tessuti dell’organismo e l’anidride carbonica dai tessuti ai polmoni. La carenza di globuli rossi porta ad anemie, l’eccesso a problemi circolatori
Hanno il compito di difendere l’organismo dalle aggressioni di virus e batteri e regolare l’immunità. La carenza di globuli bianchi porta a frequenti infezioni; aumentano in molte malattie infettive
Hanno il compito di evitare le emorragie favorendo la coagulazione del sangue. La carenza porta ad emorragie anche spontanee; l’eccesso predispone alla trombosi
E’ la velocità di sedimentazione (deposito) dei globuli rossi nel plasma. L’aumento indica l’infiammazione o altre patologie nell’organismo
Indica il ferro presente in circolo disponibile per la produzione di emoglobina. La carenza di ferro può causare anemia; un eccesso può provocare alterazioni ai tessuti (fegato, cuore, ecc.)
Indica il ferro presente nei tessuti di deposito, ossia la riserva di ferro. La carenza di ferro può causare anemia; un eccesso può provocare alterazioni ai tessuti (fegato, cuore, ecc.)
Presente nei globuli rossi, contiene il ferro con cui lega l’ossigeno per trasportarlo dai polmoni ai tessuti. Diminuisce nelle anemie e di solito aumenta in modo proporzionale all’aumento dei globuli rossi

MALATTIE INFETTIVE

  • HIV – AIDS
  • HCV – Epatite non A e non B
  • VDRL e/o TPHA – Lue
  • HBsAg – Epatite B
  • HBcAB – Anticorpi Anti-Core Virus Epatite B
  • HBsAB – Anticorpi Virus Epatite B

EMOCROMO

  • WBC – Globuli bianchi
  • RBC – Globuli rossi o Emazie
  • HGB – Emoglobina
  • HCT – Ematocrito
  • PLT – Pistrine
  • MCV – Volume medio globulare
  • MCH – Contenuto medio di HGB per globulo rosso

scrivici

Chiamaci adesso

#iodonoilsangue

Il tuo sangue è importante

Poiché il sangue è un presidio terapeutico prezioso non producibile in laboratorio, ogni donatore gioca un ruolo fondamentale.
La maggior parte di noi può donare il sangue e molti, almeno una volta nella vita, potrebbero averne bisogno.

Contattaci adesso

Testimonianze

I nostri donatori raccontano

Quest’anno ho ricevuto un diploma e un distintivo che mi riempiono di orgoglio per le 120 donazioni fatte in 40 anni di attività. Inoltre, da pochi mesi si è unito alla grande famiglia avisina mio nipote che ha seguito l’esempio mio e della madre; ad entrambi auguro di raggiungere e superare il mio traguardo e provare le stesse intense emozioni!

Giovanni 60 anni

Oggi sono mamma e vivo grazie alle quattro sacche di sangue ricevute dopo un travaglio lungo e un parto difficile. Non mi è possibile ricambiare il prezioso dono per problemi di salute ma ho scelto di sostenere AVIS versando il 5 per mille, sensibilizzando amici e conoscenti, partecipando alle iniziative associative. E’ il mio modo di ringraziare chi ha salvato la mia vita.

Anna 40 anni